Tag: emergenza covid

ASTROLOGIAAstrologia Mondiale: attualità, cronaca, socialeFrancesco Faraoni

Il ruolo di Mercurio nell’emergenza mondiale di questo periodo

Francesco Faraoni – Nei tanti approfondimenti che ruotano sull’emergenza del momento, dal punto di vista astrologico, si è discusso molte volte su Saturno e Giove. Il grande malefico nel suo domicilio ha avuto maggiore dignità di Giove nella sua caduta, e siamo stati sicuramente soggetti a un  2020 di estrema austerità, di restrizione, difficoltà e privazione. Tutti caratteri circoscrivibili alla natura di Saturno che raffredda e raggela, offrendoci spesso scenari malinconici e limitativi. Tuttavia, nelle immagini del cielo legate al 2020, un ruolo fondamentale lo ha svolto Mercurio che nell’ingresso del Sole in Ariete si è presentato in una posizione dominante, come anche nella sizigia del Sole in Ariete 2020. 

Nel Grafico osserviamo l’Immagine del Cielo vista da Roma relativa all’ingresso del Sole al grado zero dell’Ariete. Questo momento è per l’Astrologia molto importante perché rappresenta una fotografia del nuovo anno zodiacale che, per questa disciplina, inizia da questo momento. Claudio Tolomeo ci indica che l’equinozio di primavera rappresenta un momento ideale per comprendere l’anno che arriverà e decretare indicazioni su quanto ci può aspettare. Ci dice tuttavia che è importante valutare anche la sizigia perché essa decreterà lo stato generale, di benessere o malessere, del collettivo, inclusa della salute pubblica e del clima, mentre l’ingresso del Sole in Ariete ci orienta più verso lo studio del potere di uno Stato e di come esso sarà esercitato sul collettivo, in che modalità e in quale contesto.

L’ingresso del Sole in Ariete vede un Mercurio a 2° in Pesci posizionato in Ascendente, quindi in una casa angolare che è considerata la più forte tra tutte e dodici. Tutti i pianeti qui posizionati aumentano il loro potere e la loro forza, e osserviamo che Mercurio è nella sua caduta e nel suo esilio. Un pianeta si forte, ma che si presenta in forte debilità. Mentre gli astri che affollano la casa dodici sono considerati deboli, perché si posizionano nella casa del cattivo genio, pianeti che quindi decretano una vulnerabilità di questa immagine rafforzata da un Mercurio importante in ascendente ma nelle sue principali debilità. Unico astro magnanimo (si fa per dire) è Venere in Toro che si posiziona nella casa della Dea Luna, anche se soggetto ad una quadratura abbastanza ostile di Saturno.

Insomma qualsiasi punto osserviamo di questa immagine, abbiamo una Figura del Cielo abbastanza debole e affaticata. Mercurio quando è il pianeta dominante del grafico, e se in debilita, ci indica turbamenti nel collettivo, oltre a indicarci malattie respiratorie come scritto nel Tetrabiblos Libro III capitolo IX: Tolomeo è molto preciso nell’indicare i risvolti negativi e disarmonici di Mercurio e tra le varie cose ci indica anche un pianeta che può portare debolezza fisica e problemi polmonari relative alle possibili malattie collettive. 

Mercurio è mobilità e descrive le dinamiche delle nostre attività quotidiane, quindi le restrizioni sperimentate vedono in Mercurio di questa immagine il significatore della caduta di tutto il nostro stile di vita e della nostra quotidianità, oltre che l’esilio ovvero la difficoltà di sentirci realizzati o nel pieno delle nostre potenzialità. Questo aspetto di Mercurio è amplificato e peggiorato dalla condizione di tutti gli altri astri che non si trovano affatto in posizioni ottimali, decretando collegialmente un Ingresso 2020  pessimo e difficilissimo.

La sizigia del Sole in Ariete 2020 vede una disposizione degli Astri ulteriormente peggiorativa.

 

 

Notiamo un Mercurio dominante in decima casa, Marte e Saturno si posizionano nel Luogo della Morte insieme a Giove. Notiamo che Saturno è in domicilio, Marte in esaltazione, i due malefici sono fortissimi ma in una casa di inoperosità, vicino a Giove in caduta nel Capricorno. Mercurio è forte e per grado di passaggio risulta congiunto alla Stella Aquariana SITULA: è una stella che si posiziona nell’area della costellazione Aquario dove ha sede l’anfora e il flusso di liquido del portatore d’Acqua. Queste stelle hanno in genere la natura di Saturno. Ma Situla e le stelle posizionate nella zona dell’Anfora e del Flusso di acqua hanno una forte natura Saturnina mista a Giove. Tolomeo ci dice che l’astro dominante di una Carta di inizio anno va osservato anche per la congiunzione che forma con le stelle fisse, e questa è decisamente forte. Mercurio è quindi in uno spazio del cielo dominante, e in un settore dove è forte la natura di Saturno. Venere è congiunta alla XII casa, cattivo genio, e in qualità di significatore della salute nonostante sia in domicilio, mal si pone in dodicesima perché intende rappresentare proprio la debolezza del corpo e la disponibilità di ciò che è “sano” di accogliere il marcio o il malato.

Quindi, pur rimanendo indiscutibile l’idea che Saturno Giove e Marte hanno giocato un ruolo fondamentale, insieme anche a Plutone, in questo 2020, in quanto i due malefici sono stati fortissimi, e l’unico benefico a disposizione è stato in caduta, Mercurio ha rappresentato ciò che queste energie intendevano scardinare. Scrive Tolomeo: quando Mercurio è il principale dominatore, gli effetti si accomoderanno in generale alla natura della stella con la quale è congiunto (natura di saturno Situla) ma la sua caratteristica rimane quella di essere turbolento. Induce a commettere furti, fa i pirati, e causa le difficoltà di respirazione se unito ai malefici.

Anche se non era congiunto a Saturno o a Marte, Tolomeo intende dire che un Mercurio dominante e in un contesto fortemente saturnino, può decretare una forte instabilità anche del sistema salute, specialmente legato alla respirazione, atto biologico di estrema importanza per la vita e la sopravvivenza. Il virus covid si è quindi insidiato in un sistema mondiale di forte debolezza, e in Italia Mercurio dominante ci rende più vulnerabili a questo tipo di agente invasivo, verso cui non possiamo abbassare la guardia.

La carta del Sole in Ariete 2020 è valida fino al prossimo ingresso del Sole in Ariete, quindi tutto novembre, dicembre 2020, nonché gennaio 2021, febbraio 2021 e prima parte di marzo 2021, saranno ancora soggetti a queste immagini celesti, in scenari ancora problematici specialmente dicembre 2020 – marzo 2021 sono gli ultimi mesi prima del successivo ingresso del Sole in Ariete 2021 molto acuti e difficili, che non devono farci abbassare la guardia.

Faccio inoltre osservare che l’ascendente del Sole in Ariete 2020 è stato in Aquario, segno posizionato nel Thema Mundi (immagine del mondo creato) nel luogo della morte, casa otto, ed è per questo che l’Ascendente Aquario è visto come ascendente di lotta faticosa e dove il temperamento a emergere è contrario all’uomo, dopotutto è il segno preferito da Saturno, più del Capricorno.

 

Nonostante molti astrologi abbiamo ipotizzato l’imminente fine della crisi covid, è evidente che l’Immagine più forte del 2020 rimane il Sole di ingresso in Ariete perché è questa e solo questa la carta che decreta sull’anno. Essendo inoltre in un segno fisso, è una carta valida fino al successivo ingresso che avremo a marzo 2021. Ma quando finirà tutta questa emergenza? E’ una domanda che mi avete chiesto in molti: nell’approfondimento di marzo 2020 vi avevo avvisato che non sarebbe finita qui che anzi l’autunno e l’inverno avrebbero portato ulteriori situazioni che in quei tempi definivo “difficili da capire ora ma che capiremo quando sarà il momento” ma che deponevano chiaramente a favore di una continuazione dell’emergenza. Ci stiamo inoltre avvicinando a fenomeni e aspetti importanti: sento in giro gente che vede la congiunzione Giove-Saturno di dicembre 2020 in Aquario come segno di rivoluzione positiva, di un nuovo mondo di coscienza, ma l’Aquario prima di raggiungere le Stelle Infinite deve superare la dimensione della fatica e della lotta, prima di accedere al Firmamento deve superare la soglia di Saturno, che non è stata ancora superata. Saturno sarà ancora nel suo domicilio per i prossimi anni, ma fortunatamente cambiano le situazioni dei benefici. In particolare Giove andrà in Aquario peregrino poi in Pesci nel suo domicilio notturno, questo può indicarci una traccia in via di risoluzione ma le Immagini del 2021 del Sole in Ariete non depongono a favore di una svolta reale, se non nel periodo di fine primavera estate quando Giove entrerà per una manciata di settimane in Pesci indicandoci forse il momento della scoperta di una risoluzione medica, mi auguro vaccinale, ma prima di questo evento dobbiamo attendere i difficili mesi di Dicembre 2020, Gennaio 2021, che sono molto acuti e difficilissimi, per varie ragioni, oltre all’Immagine del Sole in Bilancia 2021 altro momento molto difficile che decreterà un semestre di ulteriore difficoltà. Intanto poiché c’è un cambio di paradigma, la congiunzione Giove Saturno di dicembre 2020 segna la fine degli incontri dei due Architetti Celesti nella triplicità di terra, essi si incontreranno successivamente nella dimensione aria, e questo cambiamento è una piccola apocalisse. Poi perché Saturno andrà subito in contrasto a Urano, l’incontro e lo scontro è titanico, e può riguardare sia la nostra salute mondiale sia situazioni di altro tipo che aggiunte all’emergenza covid colpiranno ulteriormente il sentimento collettivo, confinandolo in dimensioni temperamentali a dir poco malinconiche, di più: estremamente fredde e rigide.

Saturno si scontra con Urano. Il primo è nel segno più gelido, il secondo nel segno più mite perché è il cuore della primavera. Lo scontro di temperamenti simili descrive solo una cosa: tempesta. E questo è quanto emerge, a dispetto di chi vuol far passare l’idea che è tutto rosa e fiori: no, non lo è. Il momento è critico e severo, e questa continua demonizzazione dei problemi ci fa vivere tutto con approccio relativista, facendo finta che non accada nulla fuori dalla nostra finestra, quando invece c’è un mondo morente e asfissiante. La presa di consapevolezza dei problemi e la conseguente necessità di RESPONSABILITA’ sono le sole ricette a disposizione che abbiamo per affrontare questo momento difficile, in sintonia alla ricerca medica e agli scienziati di cui dobbiamo assolutamente fidarci. 

La domanda che mi fate è quando finirà. Il virus sarà debellato? Non lo so onestamente, con il virus dell’HIV abbiamo imparato a conviverci. Con questo sarebbe più difficile. Siamo in presenza di anni complessi, i generazionali cambiano di segno, Plutone presto sarà in Aquario, e solamente più avanti avremo una armonia tra tutti i pianeti, una armonia reale e concreta che ancora non emerge in questi anni in arrivo: la Grande Armonia dei generazionali sarà a pieno regime solo nel 2026, ma già nel 2023 con il passaggio di Plutone in Aquario comprenderemo il “cambio del paradigma mondiale”. La vita dell’umanità è fatta di tappa lunghe e di cicliche articolate, noi come generazione abbiamo scelto di vivere in questo tempo e in questo momento, rendendoci probabilmente testimoni di un importante passaggio di stato, delicatissimo, perché dalle scelte che compiremo in questo momento, decideremo che mondo vogliamo dare a noi stessi prossimamente ma specialmente quale mondo intenderemo dare alle generazioni future. Siate quindi responsabili anche per chi sarà… dopo di noi.