Paranormale e astrologia

ASTROLOGIAFrancesca De LucaIndagine Astrologica

Francesca De Luca – Il mondo del paranormale ha sempre esercitato un fascino innegabile come anche un certo scetticismo davanti a quegli eventi che in apparenza sfidano il sistema scientifico fondato sulla misurabilità e la ripetibilità dei fenomeni.  Con questo articolo andremo sommariamente ad esaminare i più importanti elementi astrologici che esprimono simbolicamente il legame con dimensioni ed esperienze extra-sensoriali e stra-ordinarie e che, nel contesto di un tema natale, possono fornire indizi in merito alla predisposizione individuale a sviluppare e utilizzare quelle capacità che potremmo definire “medianiche”, ovvero in grado di entrare in contatto con mondi diversi da quelli conosciuti e di immediato accesso.

Ma cosa si intende con il termine “paranormale”? Facendo riferimento al dizionario Treccani, si tratta di un termine desunto dalla parapsicologia per indicare quei fenomeni psichici o psicofisici che non possono essere spiegati con le attuali leggi fisiche, biologiche, psicologiche e la cui autenticità è oggetto di dibattito oppure non è comunemente o ufficialmente accettata. Possono essere fenomeni paranormali la chiaroveggenza, la telepatia, la levitazione, le intercettazioni di fantasmi o poltergeist, le esperienze fuori dal corpo (OBE) e tutte quelle capacità ottenute senza il ricorso ai sensi.

Quanto detto finora, funge da base teorica per andare a rintracciare in Astrologia quegli elementi che esprimono una funzione o un ambito altro rispetto alla coscienza e al mondo ordinario per come gran parte di noi lo esperisce quotidianamente. 

La dimensione dell’inconscio, dell’intuizione e delle sensazioni immediate, in Astrologia è governata dalla Luna che esprime tutto ciò che non è appunto mediato dalla coscienza, dalla razionalità e ancora meno dalle strutture sociali. Tutte le volte che noi manifestiamo la nostra Luna – ovvero rispondiamo con una particolare reazione sensibile più o meno accentuata a cose, persone ed esperienze – mettiamo in moto un automatismo di cui non abbiamo controllo.

La Luna in determinati segni, e magari in aspetto ad altri pianeti, può enfatizzare e, a volte, esasperare questa sensibilità diventando una porta aperta verso altre dimensioni diverse da quelle comunemente percepite dai sensi.  Sono così, a titolo d’esempio, le Lune nei segni d’acqua (Cancro, Scorpione, Pesci) oppure in aspetto stretto a pianeti extra-dimensionali come Nettuno e Plutone.

Quando si parla del contatto tra mondi e dimensioni diverse, non bisogna trascurare il ruolo di Mercurio, pianeta che, benché governi l’intelligenza e la ragione (si ricordi il suo domicilio in segni intellettuali e cerebrali come i Gemelli e la Vergine) deve essere anche considerato nella sua funzione di messaggero e collante: occorre ricordare che il dio Hermes rivestiva anche il ruolo di psicopompo, ovvero di accompagnatore delle anime dei defunti in quei regni – come l’Ade – che neanche agli altri dei era concesso valicarne i confini. Pertanto, il ruolo di Mercurio in un tema natale (posto in segni e case congeniali allo scopo), può essere importante nel testimoniare un collegamento con quegli regni occulti alla coscienza di cui il dio dai piedi alati si fa ponte e tramite.

Un altro pianeta collegato ad attività medianiche e psichiche è sicuramente Nettuno che, insieme a Urano e Plutone, viene considerato “trans-personale” poiché fa riferimento a quei temi di carattere universale che vanno ben oltre la personalità e il vissuto individuale e sui quali la capacità di azione e controllo da parte della persona è limitata. 

Nettuno, pianeta che dissolve i confini dell’ego e della materia, è generalmente associato alla spiritualità laddove si intenda un’esperienza di fusione con il regno dell’indifferenziato e che permette, una volta trasceso il legame con l’individualità, di entrare in comunione e di essere un tutt’uno con il divino (ne sono un esempio i mistici); allo stesso modo, una personalità di tipo medianico, come lo sono i sensitivi o i medium, è in grado di attingere a una serie di informazioni, sensazioni e memorie che possono fare parte non solo di un vissuto altrui ma anche di una coscienza collettiva o, addirittura, derivare da dimensioni e da entità preterumane.

Un contatto tra Nettuno e un pianeta personale (come la Luna o Mercurio) può senz’altro esprimere una capacità mentale di intuire informazioni desunte da altri livelli di coscienza ma potrebbe indicare anche una particolare abilità manuale di tipo terapeutico (come la taumaturgia), se si pensa all’associazione di Mercurio con gli arti e le mani.

Naturalmente, non basta che in un tema natale siano presenti i suddetti pianeti in determinati segni e in aspetto con certi altri pianeti. È altresì di fondamentale importanza considerare il contesto pratico in cui queste energie astratte si andranno ad esprimere nelle vicende individuali. Pertanto non bisogna trascurare quelle case astrologiche che abbracciano ambiti di esperienza congeniali a quanto stiamo esaminando.

La casa astrologica in cui si possono contattare esperienze “non ordinarie” è senz’altro la XII,  complementare e opposta della casa VI che governa tutte quelle attività umane regolate da ritmi e leggi prevedibili (salute, lavoro, agricoltura…) che qui invece assumono una manifestazione atipica, irregolare, misteriosa e inintelligibile e che non può essere pienamente misurabile e compresa attraverso i sensi.

Legata fortemente al concetto di trascendenza, in XII i limiti conosciuti in casa VI vengono sfumati e confusi. L’ordinaria attività onirica può essere trascesa attraverso la sperimentazione dei sogni lucidi o delle paralisi ipnagogiche; i limiti del corpo fisico possono essere trascesi con i viaggi astrali e mediante tecniche di meditazione avanzata e yoga; i limiti posti tra i vari regni possono subire una frattura con le apparizioni di fantasmi di defunti o con i fenomeni di poltergeist; la normale attività cerebrale può essere modificata con il raggiungimento – con o senza l’ausilio di sostanze stupefacenti, elementi facenti sempre parte di questo settore – dei cosiddetti stati alterati di coscienza, attraverso i quali si può entrare in contatto con il divino o il demonico, a seconda dei metodi e delle strade percorribili.

La Casa VIII invece è un altro luogo dell’oroscopo di profonda metamorfosi che consente la trasformazione alchemica di energie che, attraverso una crisi o una rottura, possono rinascere in altra forma. Qui è possibile che abbia luogo una metamorfosi del pensiero che subisce una spoliazione dei limiti che non permettono più di accedere agli aspetti occulti della conoscenza. Siccome l’VIII casa è il luogo in cui vengono trasformate quelle risorse che possono poi essere fruite dagli altri (si pensi a quegli aspetti governati dalla casa come le eredità e gli investimenti), è possibile che i propri talenti e capacità in ambito occulto vengano messi a disposizione di altri o condivisi attraverso l’esercizio di una professionalità: cartomanzia, stregoneria, spiritismo…

Concludendo, è doveroso far notare che, anche nel caso in cui sia stata osservata la presenza di certi pianeti in aspetto tra loro all’interno delle case, non è affatto scontato che tale disposizione sia una prova incontrovertibile della presenza attuale di talenti medianici, considerato che non sempre le capacità sono innate ma possono rimanere sopite a lungo prima di essere attivate, per esempio, da un particolare transito di un altro pianeta sui punti sensibili della configurazione planetaria interessata.

Questa breve dissertazione sull’argomento del paranormale in Astrologia non ha pretesa di esaurire la casistica che può occorrere in un tema natale e che rimandi all’eventuale predisposizione in senso paranormale. Non abbiamo fatto cenno, per esempio, a particolari configurazioni planetarie che accentuerebbero tali predisposizioni e quali pianeti possono essere coinvolti oltre quelli menzionati (persino Marte può avere un ruolo in tal senso). Piuttosto questo articolo si è proposto di offrire un ulteriore spunto di riflessione per familiarizzare ancora di più con le multiforme e complesse sfaccettature di pianeti e case astrologiche, confermando inoltre come l’Astrologia sia in grado di abbracciare i più svariati aspetti della conoscenza e dell’esperienza umana, compreso il misterioso mondo del paranormale.

 

Avatar

Francesco Faraoni

Founder di The Sun Astrology, studioso di astrologia secondo la filosofia naturale e gli approcci dell'astrologia umanistica. Email redazione-blog@thesunastrology.it

Lascia un commento