Attualità: costume, società, culturaFuorilegge famigliare: dalla riconoscenza alla gratitudine | Rossana Strika

Rossana Strika Rossana StrikaSettembre 21, 202037513 min
89380383_3549579028417634_1712823942508445696_o

Desidero oggi rendere scritta una riflessione che mi accompagna in questo periodo, resasi più evidente attraverso le consulenze. Siamo in quella tappa di sviluppo globale che amo tanto definire come il passaggio evolutivo dalla Pecora Nera al Fuorilegge famigliare, riconsiderando completamente eventuali immagini interiori evocate dal termine “Fuorilegge”.

La tematica mi è molto cara perché, in primis, si tratta di un passaggio che ho vissuto nell’individuale e che porto esperienzialmente nel Collettivo. Sarebbe assai riduttivo poter anche solo pensare di confinare il nostro vissuto energetico famigliare all’interno delle mura domestiche. Lo definisco vissuto energetico poiché i ruoli recitati nei palcoscenici famigliari sono ben lontani dalle definizioni anagrafiche e l’indagine astrogenealogica di stampo moderno mira ad identificare i reali movimenti e le attribuzioni di ruolo.

Dalla famiglia all’ambiente di lavoro, ai rapporti con gli amici, alle relazioni, tutto si tinge di quelle sfumature che conosciamo così bene da confonderci con esse. Uno dei passaggi energetici che contraddistingue il Fuorilegge è la capacità di sviluppare Gratitudine, distinguendola dalla Riconoscenza.

Nella vibrazione della Riconoscenza ritroviamo infatti ancora le caratteristiche dell’energia/Pecora Nera, ovvero quella limitazione che crea una sensazione di debito, quel voler cercare riconoscimento attraverso la Riconoscenza verso qualcosa o qualcuno. E rimanere fermi. E apparentemente inermi sotto il peso della Riconoscenza, Saturno docet.

Uno dei primi passi verso il riequilibrio di questa stagnante energia è un’apparente ribellione, un dire basta. Sulla base della Riconoscenza e del relativo debito energetico si crea infatti il terreno fertile per i soprusi, gli sfruttamenti ed il senso di colpa: poiché l’energia non ha modo di essere pariteticamente scambiata, vi è un apparente fermo al sentirsi in debito. Quante volte abbiamo ricevuto aiuto da qualcuno e, nella Riconoscenza, ci siamo sentiti inferiori scambiandola per Gratitudine.

Siamo anche rimasti in luoghi, spesso lavorativi, inadatti a noi solo perché qualcuno poteva aver messo la classica “buona parola” o ci aveva donato una buona occasione, senza contare la doppia Riconoscenza di chi lavora in famiglia. Ciò spesso impedisce anche di verificare le proprie qualità poiché si rimane fermi al senso di fortuna nel sentirsi finalmente accettati in un luogo e si perde di vista completamente il nostro prezioso e fondamentale contributo in e per quel luogo. Per chi lavora nelle aziende di famiglia accade spesso che, pur sentendosi portati verso altre occupazioni, si rimanga fermi per Lealtà inconscia alla famiglia stessa, una Lealtà di tipo limitativo ovviamente. Non sempre accade poiché alcune persone sono felici di lavorare nell’azienda di famiglia, riferisco ai casi in cui questa gioiosa emozione non sia presente.

Quando poi il nostro Essere dice basta, all’esterno iniziano a piovere i giudizi e spessissimo ci si sente dire “Sei un ingrato, in fondo sei stato aiutato!”. E meno male, perché l’energia dell’In-gratitudine trasforma e inverte la marcia, dalla Riconoscenza in cerca di riconoscimento esterno della Pecora Nera al portare Gratitudine dentro di sé del Fuorilegge famigliare, nell’In-gratitudine.

Solo creando internamente Gratitudine apriamo la porta al divenire grati ad ogni cosa e ad ognuno. La Gratitudine è un’energia di tipo espansivo, laddove la Riconoscenza è ritentiva. Il Fuorilegge famigliare attrae miracoli attraverso la Gratitudine principale, quella verso la vita e verso chi gliel’ha tramandata. Riconosce in sé stesso tutte le qualità e capacità di creare una vita piena senza il bisogno di sentirsi in debito con qualcuno e senza il bisogno di riconoscimento esterno.

La Gratitudine apre laddove la Riconoscenza può chiudere, e noto questo meccanismo in azione spesso nelle persone che hanno ricevuto doni materiali o eredità famigliari. Si tratta anche di un lavoro interiore sul senso del meritare e del ricevere. Laddove si riceve qualcosa in eredità, potrebbe esserci la sensazione di dover contraccambiare il dono e non poterlo fare, ecco allora il congelamento nella saturnina Riconoscenza.

Allora quel bene diventa intoccabile, poiché chi ce l’ha tramandato vive in dimensioni diverse, eppure l’Amore non conosce barriere spazio-temporali.

Chi di noi non ha sentito un senso di malessere nello svuotare un vecchio appartamento ereditato? Quasi un senso di violazione della privacy, come se quel bene non ci appartenesse davvero e noi non fossimo degni di riceverlo?

Onorare l’eredità può anche voler dire riutilizzare quel dono per onorare la vita, ristrutturando il bene ereditato o reimpiegando il denaro ricavato per un investimento su di sé, un nuovo appartamento o un piccolo luogo dove svolgere la nostra attività. E la Riconoscenza si trasmuta in Gratitudine, nell’onorare il dono investendolo nel nostro Progetto personale di nascita, facendoci portatori del ricircolo energetico.

Poiché tutte le forme possono mutare.

La Pecora Nera invece passa spesso dalla finta Riconoscenza urlando a gran voce “riconoscimi!” all’Ir-riconoscenza, in una compulsiva ribellione del “se tu non mi riconosci io non ti riconosco”. Inutile dire che in questo oscillare tra due energie sterili nulla si crea se non emarginazione e rabbia.

Nel primo passaggio all’apparente In-gratitudine invece, anche se esternamente si vive l’energia della possibile critica o della disapprovazione, ci si muove per portare riequilibrio interno alla Riconoscenza che è focalizzata solo verso l’esterno. E si impara che l’esterno può cambiare solo se muta l’interno.

Nessun debito, nessun credito, questa è la neutralità dell’In-gratitudine. Ma tanto spazio dove donare e ricevere in uno scambio circolare, poiché comprendere che non esistono debiti o crediti nel mondo del Fuorilegge famigliare, significa imparare a non aspettarsi nulla come dovuto e ad apprezzare ogni piccolo fiore che ci viene donato, ogni pensiero, ogni momento di vita intensamente vissuta, con Amore e in Amore.

Trovo che stiamo vivendo in un momento di profonda liberazione sociale, nella transizione dalla stagnazione della Pecora Nera alla dinamicità del Fuorilegge famigliare. In un aggiornamento energetico individuale che va poi a riversarsi nel Collettivo. Sempre più persone poi stanno vivendo liberazioni interiori che il corpo fisico esprime, noto sempre più persone volonterose di alleggerirsi una volta per tutte da pesi ed energie famigliari impropriamente caricati.

È anche il tempo opportuno per farlo, scardinando prima di tutto qualsiasi forma relativa al “comune pensiero”, ed in tal senso bisogna prendere un piccolo ma costante impegno con sé stessi.

Saper distinguere tra Riconoscenza e Gratitudine libera dai pesi ma toglie anche qualsiasi alibi legato al senso di inferiorità e all’immobilismo.

Basta solo dire un semplice Grazie e procedere.

Accedi al Gruppo di Astrogenealogia della Nuova Era curato da Rossana Strika (link)

 

Rossana Strika

Rossana Strika

Studiosa e ricercatrice in ambito astrologico delle connessioni che si creano con i vissuti familiari delle persone, a partire da un'intensa esperienza personale vissuta in questo campo. Rintraccia nel tema natale le tematiche astrogenealogiche di maggior impatto sulla psiche, accompagnandone la trasformazione ed il processo in direzione della libertà individuale. Astrologa moderna, segue l'impostazione umanistico psicologica evolutiva di Liz Greene e Stephen Arroyo . Docente della tecnica astrogenealogica attraverso collaborazioni con Scuole o corsi attivati personalmente. Scrittrice del libro "Astrogenealogia - Un metodo d'indagine delle dinamiche di famiglia" edito da Centoparole Edizioni nel 2019.

I contenuti presenti sul sito "Thesunastrology.it" dei quali sono proprietari gli autori, non possono essere copiati, riprodotti o ripubblicati su altri siti o blog senza autorizzazione dell’autore stesso. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi forma o mezzo. È vietata la pubblicazione e redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dell’autore. Ogni violazione sarà perseguita secondo norma di legge. Per richieste di informazioni prego contattare l'email
redazione-blog@thesunastrology.it

CC

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Posts

THE SUN ASTROLOGY

Blog Magazine ad aggiornamento non periodico frutto delle passioni e delle competenze dei singoli autori, diretti proprietari e responsabili dei contenuti proposti. Gli articoli pubblicati sono approfondimenti di libera consultazione.
______________________________________________
I contenuti presenti sul sito "Thesunastrology.it" dei quali sono proprietari gli autori, non possono essere copiati, riprodotti o ripubblicati su altri siti o blog senza autorizzazione dell’autore stesso. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi forma o mezzo. È vietata la pubblicazione e redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dell’autore. Ogni violazione sarà perseguita secondo norma di legge. Per richieste di informazioni prego contattare l'email
redazione-blog@thesunastrology.it

Il presente contenuto è protetto da Licenze Creative Commons
CC + SA + BY + TO REMIX + NC

TheSunAstrology, 2020 © All Rights Reserved