EditorialeCos’è l’Astrologia Extraterrestre? | Luciano Drusetta

Luciano Drusetta Luciano DrusettaGiugno 3, 202036113 min

È il tentativo di estrapolare i consueti dettami dell’Astrologia per applicarli diverse tecniche astrologiche relative a nascite, compleanni, fondazioni, eventi, soggetti personali e impersonali che si trovino fuori dal pianeta Terra: in orbita sulla stazione spaziale, sulla Luna, su Marte o su uno qualsiasi dei corpi celesti del sistema solare. L’Astrologia Extraterrestre non è però fantastrologia: all’epoca della sua prima formulazione poteva sembrare fantasiosa e inverosimile, ma oggi è di stretta attualità.

L’AE (scusatemi, amo gli acronimi) parte da una rigorosa definizione degli elementi fondanti dell’Astrologia: basi matematiche e astronomiche, considerazioni sui moti celesti reali e apparenti come li vediamo qui dalla Terra; simbologie, archetipi, valore interpretativo che assegniamo alle varie componenti del cielo; caratteristiche e durata dei loro moti e rapporti angolari. Fatto ciò, l’AE valuta scenari reali o astronomicamente plausibili per chiedersi come si potrebbe disegnare una carta astrale sulla Luna, su Marte, sulla stazione orbitale, su altri pianeti, su una delle lune del sistema solare, eccetera.

 

Dalla carta lunare per esempio la Luna scompare, perché si colloca al centro del grafico. Al suo posto nello Zodiaco troviamo la Terra, con caratteristiche molto curiose. Visto da lassù, il nostro pianeta mostra un comportamento per certi aspetti opposto a quello lunare. Durante la Luna Piena, dal suolo lunare lo vediamo in fase di “Terra Nuova”; e durante la Luna Nuova, vedremmo invece una gigantesca “Terra Piena”. Quando la Luna occupa un certo segno, vista da lassù la Terra occupa il segno diametralmente opposto.

 

La Luna ci mostra sempre la stessa faccia perché il moto di rotazione attorno al proprio asse è “sincronizzato” al moto di rivoluzione orbitale attorno alla Terra. Di conseguenza, da lassù la Terra appare ferma, fissa nel cielo lunare rispetto all’orizzonte. A parte un certo movimento oscillatorio, se una base lunare venisse edificata per esempio con la Terra all’Ascendente, avrà sempre e costantemente la Terra all’Ascendente. E i filmati che mostrano la Terra che sorge sulla Luna? Sono stati realizzati a bordo di moduli orbitanti: stando fermi sul suolo lunare, noi non vedremmo mai sorgere o tramontare la Terra.

Tenendo presente tutto ciò, come interpretare la Terra in una carta lunare? In quali segni avrà domicilio, esilio, esaltazione e caduta? A quale elemento, a quali simbologie o archetipi assoceremo la Terra nell’Astrologia Lunare?

 

Su Marte la volta celeste si arricchisce di Phobos e Deimos, velocissime lune. Che valore simbolico e archetipico potranno mai avere? Marte ovviamente sta al centro della carta astrale. Nel cielo marziano, Terra e Luna formano un’accoppiata così stretta che possiamo considerarla un unico pianeta. Anche Mercurio scompare dalle carte astrali marziane, perché a quella distanza appare costantemente congiunto al Sole. Sarà combusto o in cazimi? O semplicemente i nati su Marte… non avranno nessuna caratteristica mercuriale? Oppure nell’Astrologia Marziana i valori mercuriali vengono naturalmente trasferiti a una delle sue lune? Ho l’impressione che lo scopriremo presto; io ho già avanzato le mie ipotesi vent’anni fa.

 

Il lettore più attento avrà capito che, al di là di qualsiasi dogmatismo, occuparsi di AE comporta scelte che impongono una profonda riflessione sui meccanismi più profondi e meno studiati dell’Astrologia nostra: quella terrestre, quotidiana. Il solo fatto di dover scegliere quali pianeti considerare e quali escludere su ciascun corpo celeste del sistema solare, porta inevitabilmente a chiedersi: ma di tutti gli oggetti che ci girano intorno qui sulla Terra, perché ne usiamo alcuni mentre ne escludiamo tantissimi altri? Perché consideriamo il lontanissimo Plutone ma non la vicinissima e a volte luminosissima stazione spaziale? Con che criterio usiamo solo alcuni asteroidi, fra tutti quelli che affollano la fascia di pianetini fra Marte e Giove? Conta la visibilità, la massa, la distanza, la velocità o che altro?

 

Le riflessioni di AE vanno oltre. Come definiamo lo Zodiaco? È una fascia che ingloba l’eclittica. Ma che estensione ha questa fascia? Vi è disaccordo fra gli Autori. Come proiettiamo sulla fascia zodiacale quei corpi celesti che (come Plutone) si trovano spesso (o sempre) molto distanti dall’eclittica? Perché usiamo 12 segni e non 13, 24, 15 o 10? E poi: lo Zodiaco viene suddiviso nei 12 segni a partire dal punto vernale gamma: l’intersezione fra orbita terrestre ed eclittica. Tutti i corpi celesti che hanno un asse di rotazione inclinato rispetto al piano orbitale, hanno un loro punto vernale che per logica segna l’inizio del grado zero dell’Ariete su quel singolo pianeta. Forse su ciascun pianeta o luna dovremmo definire uno zodiaco specifico, diverso da quello terrestre?

 

A queste e altre domande da un milione di dollari ciascuna ho dato una mia risposta nelle Ipotesi di Astrologia Extraterrestre pubblicate vent’anni fa a puntate sul trimestrale di astrologia Ricerca ’90 e riproposte in versione integrale su alcune riviste e siti web in italiano, inglese, russo e spagnolo. Ecco di seguito altre questioni trattate.

 

L’inclinazione fra rotazione e orbita può variare di molto da pianeta a pianeta. Quella di Marte è paragonabile alla Terra, quella di Urano forma un angolo di quasi 90°: Urano orbita attorno al Sole quasi “rotolando” sull’eclittica. Su ciascun pianeta o luna possiamo allora definire precise fasce domificabili oltre le quali diventa problematico usare Placido. Come fare? Su certi pianeti le fasce non domificabili possono essere molto estese e coprire ampie aree teoricamente colonizzabili.

E ancora, ciascun pianeta o luna ha una propria velocità di rotazione e di rivoluzione: su ciascuno di essi riscontriamo dunque una diversa durata dell’anno e dell’alternarsi fra notte e dì. Su ciascun pianeta il Sole percorre lo Zodiaco in modo diverso (perennemente retrogrado, in certi casi) e l’Ascendente può cambiare di segno a ritmi ben diversi da quelli a cui noi siamo abituati.

 

L’AE suscita normalmente reazioni divergenti e raccoglie le critiche più disparate: prima fra tutte che “la Terra non può essere il puntino al centro del grafico, perché un pianeta ha dimensioni ragguardevoli che non si possono ridurre a un punto”, seguita a ruota da “non è possibile domificare sulla Luna e tantomeno su Marte”.

L’obiezione più frequente è che le mie sono semplici astrazioni, un gradevole giochino intellettuale per annoiati astrologi di provincia, irreale e privo di utilità pratica. Ciò poteva forse essere vero vent’anni fa, ma i tempi sono cambiati e ora l’Astrologia Extraterrestre è più attuale che mai.

I rapidi sviluppi nelle esplorazioni spaziali stanno aprendo scenari impensabili fino a pochi anni fa. Forse, nel suo piccolo, anche un annoiato astrologo di provincia può essere un anticipatore dei tempi. Fra questi scenari astrologici abbiamo l’applicazione delle principali tecniche previsionali (transiti, rivoluzioni lunari e solari sono quelle che uso comunemente) applicate ai temi natali di astronauti in orbita attorno alla Terra: l’ho chiamata Astrologia Orbitale.

All’estero, Denis Moskowitz ha applicato fedelmente le indicazioni dei miei testi disegnando i temi natali dell’atterraggio di tre sonde spaziali: due rover su Marte e il lander della sonda Huygens su Titano. Una bella soddisfazione, per un fantasioso giochetto intellettuale senza agganci con la realtà.

 

Dove leggere le mie Ipotesi? In italiano, solo sull’ormai introvabile Ricerca ’90. Due siti web che le ospitarono in italiano e in inglese sono stati chiusi o hanno cambiato profondamente impostazione. La versione in lingua russa fu pubblicata dalla rivista Astrologija. La mia Astrologia Orbitale fu pubblicata in inglese dalla rivista Saptarishis Astrology e con un po’ di fortuna la potete trovare in Rete. Su Internet trovate diversi articoli nei quali introduco e spiego l’Astrologia Extraterrestre con una certa dovizia di particolari.

Voi però vorreste giustamente saperne di più. Abbiate pazienza: sto riorganizzando i miei appunti per pubblicare una versione ampliata, riveduta e corretta delle Ipotesi. Il volume sarà arricchito da una gustosa sezione dedicata alla disamina astrologica di alcuni fra i più clamorosi e controversi casi ufologici.

Luciano Drusetta

Luciano Drusetta

Luciano Drusetta

Socio certificato CIDA, per anni esponente di spicco della scuola di Ciro Discepolo "Astrologia Attiva", ha studiato astrologia antica presso la scuola Almugea, ma predilige un approccio contemporaneo. Ha tradotto numerosi articoli di astrologia, in italiano, inglese, russo, ungherese e spagnolo. Un importante riferimento per l'Astrologia moderna.

I contenuti presenti sul sito "Thesunastrology.it" dei quali sono proprietari gli autori, non possono essere copiati, riprodotti o ripubblicati su altri siti o blog senza autorizzazione dell’autore stesso. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi forma o mezzo. È vietata la pubblicazione e redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dell’autore. Ogni violazione sarà perseguita secondo norma di legge. Per richieste di informazioni prego contattare l'email
redazione-blog@thesunastrology.it

CC

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

THE SUN ASTROLOGY

Blog Magazine ad aggiornamento non periodico frutto delle passioni e delle competenze dei singoli autori, diretti proprietari e responsabili dei contenuti proposti. Gli articoli pubblicati sono approfondimenti di libera consultazione.
______________________________________________
I contenuti presenti sul sito "Thesunastrology.it" dei quali sono proprietari gli autori, non possono essere copiati, riprodotti o ripubblicati su altri siti o blog senza autorizzazione dell’autore stesso. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi forma o mezzo. È vietata la pubblicazione e redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dell’autore. Ogni violazione sarà perseguita secondo norma di legge. Per richieste di informazioni prego contattare l'email
redazione-blog@thesunastrology.it

Il presente contenuto è protetto da Licenze Creative Commons
CC + SA + BY + TO REMIX + NC

TheSunAstrology, 2020 © All Rights Reserved